La Fitness Philosophy

 

Home

Le tre regole per difendersi dall’ invecchiamento precoce sono: Attività sportiva personalizzata, corretta alimentazione e giusto atteggiamento mentale nei confronti della vita.Ricordiamoci che è difficile avere un corpo sano se l’anima è malata. Ora vorrei spiegare il mio personale concetto di "forma". Per la stragrande maggioranza delle persone, il concetto di forma si identifica nell’apparire fisicamente tonici a causa di un’ideologia narcisista. Per me essere in forma ha un significato molto più ampio e profondo che va molto al di la dei muscoli, dei titoli sportivi e dei soldi, vuol dire andar oltre il piano puramente estetico per riuscire ad esprimere con il proprio corpo e con la propria mente quel potenziale globale che ti condizionerà positivamente per il resto della vita.Come in tutti gli ambiti, sportivi e non, la difficoltà non è tanto nel riuscire ad ottenere dei buoni risultati ma nel sapersi mantenere nel tempo ai livelli raggiunti, Personalmente sono 30 anni che pratico ininterrottamente sport, prima ai massimi livelli nelle arti marziali, ed in seguito metodicamente nel fitness riuscendo a mantenere un fisico efficiente in modo naturale, per 12 mesi l’anno, 365 giorni su 365. Pensate che i miei 54 anni siano merito della casualità, della genetica... o di qualche trucco? Nessun trucco, niente miracoli o promesse, ma un metodo che io ho denominato FITNESS PHILOSOPHY, un modo di vivere per aiutarsi a vivere meglio. Il “fitness”come l’intendo io dunque, non è una disciplina sportiva, non è un ossessione e non è neanche un gioco, è un atteggiamento mentale che noi dovremmo assumere nelle nostre abitudini quotidiane, per poter vivere una condizione di assoluto benessere ed armonia. Tutto ciò che ci porta bene è fitness! Grazie dunque ad un “fitness più cosciente”, se serve ad affrontare più serenamente la vita e aiuta a stimolare quelle modificazioni organiche così positive per conservare la salute dell’anima e del corpo a lungo.

                                                                          Leonardopavonimarzo2002

 

TORNA ARCHIVIO ARTICOLI